Incentivi per giovani talenti. Se ne parlerà il 3 Maggio a Paternò

Si tratta di una delle opportunità di investimento rivolte ai giovani ormai più diffusa in tutti i territori del Sud Italia. Si chiama “Resto al Sud” e offre ai giovani imprenditori la possibilità di richiedere un finanziamento con il 35% dell’importo a fondo perduto.

Catania è considerata la provincia siciliana economicamente più produttiva. I tassi di crescita crescono insieme alla nascita di piccole e nuove imprese. Ed il coraggio imprenditoriale è spesso associato alle idee di giovani talenti. Cibo, vino, turismo e servizi sono il traino del rilancio dell’economia locale. Il Made in Sicily cresce sempre di più in tutto il mondo e inorgoglisce il territorio. Restare indifferenti è davvero impossibile.

Partecipare a progetti di finanziamento che rilasciano incentivi ed agevolazioni è possibile ma spesso la strada non è semplice. La burocrazia ed il linguaggio ancora complesso usato dalla pubblica amministrazione di certo non agevolano il processo di verifica delle opportunità offerte ll’Europa e dal sistema regionale. Dialogo, ascolto e partecipazione sono indispensabili. E avere il supporto concreto di chi può fornire informazioni può essere un motivo in più per sentirsi al sicuro e mettersi in gioco.

Ecco perché – dall’idea del consigliere comunale di Paternò, Agata Marzola, e dall’assessore alle Attività Produttive, Vito RauVenerdì 3 Maggio presso la Biblioteca di città, si svolgerà un incontro tematico utile agli aspiranti imprenditori. Alcuni tra i dirigenti di Invitalia e i responsabili del progetto Resto al Sud illustreranno alla platea le possibilità di finanziamento, le opportunità e le modalità per presentare le richieste.

Un incontro informativo con un obiettivo concreto: ridare speranza ai sogni di tanti.

L’incontro sarà occasione per trovare le risposte a tutte le domande necessare per partecipare a Resto al Sud.

Ma di cosa si tratta nello specifico?

Resto al Sud è l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate dagli under46 nelle regioni del Mezzogiorno. 

Le iniziative che si possono finanziare riguardano:

  • produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura
  • fornitura di servizi alle imprese e alle persone
  • turismo

Sono escluse dal finanziamento le attività agricole e il commercio.

Il finanziamento copre il 100% delle spese ammissibili e consiste in:

  • contributo a fondo perduto pari al 35% dell’investimento complessivo
  • finanziamento bancario pari al 65% dell’investimento complessivo, garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI. Gli interessi del finanziamento sono interamente coperti da un contributo in conto interessi.

Venerdì 3 Maggio alle 17.30 saranno presenti il sindaco Nino Naso, il deputato regionale Gaetano Galvagno, oltre che l’assessore Vito Rau e il consigliere Agata Marzola.

Interverranno:

Giuseppe Glorioso di Invitalia, Massimo Cartalemi, componente della commissione finanza agevolata dell’ODCEC Sicilia e Agatino Di Gregorio di Banca Intesa San Paolo.


Leggi il resto
Commenti:0 / Condividi:

L’Autobooks porta in città Costanza d’Aragona

Buongiorno, sono Costanza d’Aragona, la prima moglie di Federico II, l’unica ad essere sepolta nella Cattedrale di Palermo accanto ai miei suoceri, l’unica ad aver viaggiato con lui, l’unica ad essere stata incoronata imperatrice. Sono morta a Catania e per questo sono apparsa oggi qui. Mio marito ha scelto questo posto per far edificare il Castello Ursino ed io scelgo di tornare per guardarlo”. 

Leggi il resto
Commenti:0 / Condividi:

L’atelier solidale di Zona Franca

La quarta edizione di Natale Bambino, l’evento che unisce in un’unica raccolta fondi le principali associazioni paternesi, quest’anno ha un nuovo obiettivo da raggiungere: l’atelier solidale.

Leggi il resto
Commenti:0 / Condividi: