Giornalismo – Mary Sottile sulla crisi del settore: “E’ necessario un concreto intervento da parte degli organi politici”

Con questa intervista della collega Sara Cavallaro, oggi chiudiamo il nostro spazio dedicato alle donne impegnate nel giornalismo che con impegno e coraggio hanno caratterizzato il mondo dell’informazione siciliana. E lo facciamo tornando a casa e incontrando proprio a Paternò, Mary Sottile, direttore dell’emittente televisiva “Ciak News” e impegnata nel settore da più di vent’anni.   Laureata in Scienze Politiche, nonché corrispondente del quotidiano regionale “La Sicilia”, Mary è un vero e proprio punto di riferimento per l’informazione locale.

Leggi il resto

Commenti:0 / Condividi:

“Da Stancanelli a Bianco c’è un abisso”. A Il Blog che Vale, Melania Tanteri di “Live Sicilia”
Si parla spesso di rivoluzione del giornalismo digitale e del “rumore” costante causato dal flusso continuo di informazioni dal quale ogni giorno veniamo bombardati. E’ sicuramente l’inizio di una nuova Era. Un nuovo modo di fare informazione che, a passi lenti, cambierà tutto il sistema giornalistico. E lasciando ad altre sedi lo spazio per le analisi accademiche, se dovessimo segnare l’inizio di questa rivoluzione digitale anche in Sicilia, probabilmente coinciderebbe con l’avvento del quotidiano regionale Live Sicilia che, fin dalla sua nascita, ha condizionato e spesso anche dettato l’agenda politica, istituzionale e probabilmente anche quella mediatica dell’Isola.
Leggi il resto
Commenti:0 / Condividi:

A qualche mese di distanza dall’ultimo tg di Antenna, Flaminia Belfiore dice la sua e si racconta

E’ stata per 30 anni il volto indiscusso della televisione catanese. Giornalista e anche conduttrice, Flaminia Belfiore ha accompagnato le nostre serate televisive con stile ed eleganza ma soprattutto con l’innata capacità di “attraversare lo schermo” rispettando prima di tutto il suo pubblico. Mamma (di due figli) e moglie del grande giornalista e professore Enrico Escher (fondatore di molti format giornalistici dell’Università di Catania, tra cui anche Radio Zammù) scomparso purtroppo nel 2009 e a cui di recente l’ateneo catanese ha dedicato un premio di giornalismo, Flaminia è tra le giornaliste che hanno saputo meglio affermarsi in questo mondo “che fu dorato” e che in tanti hanno ammirato.

Leggi il resto
Commenti:0 / Condividi:

Il direttore di SUD Press: “Con il giornalismo d’inchiesta abbiamo spezzato monopoli che per decenni hanno condizionato l’informazione”

Di solito sono loro a fare le domande, a cercare le informazioni e a raccontare la verità. Sono affamate di “parole”, di “notizie” e soprattutto di “informazione”. Fanno un lavoro prestigioso ma al tempo stesso impegnativo. Un lavoro che richiede sacrifici e tanta forza di volontà. Un lavoro che, soprattutto negli ultimi anni, richiede coraggio, specie quando a farlo sono le donne.

Loro sono le giornaliste siciliane impegnate a raccontare la verità dei fatti in una terra in cui l’informazione sta decisamente ed inesorabilmente cambiando, e io spero in meglio. Lo spero, sinceramente, soprattutto per i tanti sognatori “dalla buona penna” che hanno voglia di lavorare per il fine ultimo del giornalismo che è quello sacrosanto di servire il pubblico, e non se stessi.

Leggi il resto
Commenti:0 / Condividi: