La “Vendemmia di Donna Concetta”: da 15 anni un momento di tradizione e amore per la Sicilia

La “Vendemmia di Donna Concetta”: da 15 anni un momento di tradizione e amore per la Sicilia

Ci sono simboli, suoni, sapori e colori della Sicilia che rappresentano la nostra identità, e insieme formano un quadro che è sempre stato li. Istantanee che abbiamo esportato nel mondo con orgoglio e con una grande ed immensa passione.  Scene di film che hanno accompagnato la nostra infanzia e racconti lontani che hanno animato la nostra immaginazione.

Provate però ad immaginare cosa provereste se queste immagini diventassero reali per una volta… se i carretti iniziassero a muoversi davvero, se i pupi tornassero a recitare, se gli anziani si vestissero di nuovo di rosso e bianco, se avessero il sigaro e la coppola, se indossassero il gilet, i pantaloni corti e il fazzoletto, se un gruppo di donne vestite di rosso e bianco ballassero e cantassero allegramente muovendosi al ritmo scandito dal suono del tamburello e della fisarmonica. Provate a sentire il profumo delle rose. Immaginate ancora il sapore della ricotta calda e dei formaggi appena cotti. Illuminate i vostri occhi alla vista di una tavola imbandita di dolci, un buffet di cannoli alla ricotta, ramette e castagnole. Ascoltate il cantastorie con i suoi cunti in siciliano. Osservate da lontano la Signora Etna vestita di verde, sulla vostra sinistra c’è il mare, alla destra la campagna ed il suo sereno silenzio.

Alzate gli occhi e ammirate il cielo. Il sole scotta ancora ed è già Ottobre. Ebbene si… siete qui, siete in Sicilia.

E se tutto questo è reale e in movimento allora significa che probabilmente siete ospiti del cavaliere Giuffrida per la vendemmia dedicata a sua moglie Concetta, da 15 anni un momento di tradizione e un dono propizio per la nostra meravigliosa terra.

Un appuntamento irrinunciabile al quale ormai ogni anno partecipano centinaia di persone, una comunità intera, quella di Trecastagni, e un ricco e affezionato pubblico di ospiti “illustri” venuti ad ammirare e festeggiare l’inizio di una nuova stagione di vita.

Ebbene si, perché l’occasione della vendemmia per la famiglia Giuffrida sembra essere quasi un pretesto, un modo singolare ma sincero di festeggiare l’inizio di un nuovo anno, di una nuova era insieme alle persone care e a quelle semplicemente vicine. “Un modo – come ci racconta lo stesso Alfio Giuffrida – per ricordare a me stesso e a chi mi circonda l’amore per la mia terra e per ringraziarla di quello che ogni giorno ci dona“.

La festa per la vendemmia è la realizzazione di un sogno – prosegue – perché sin da piccolo, sin da quando festeggiavamo questo momento insieme a zio Giovanni, ho sempre sognato di avere un vigneto tutto mio e di festeggiarlo ogni anno esattamente in questo modo. Spero che mio figlio continui la tradizione – mi dice – è un simbolo importante della nostra famiglia e rappresenta perfettamente la vita trascorsa nella terra che ci appartiene“.

A “donna Concetta“, dal cuore grande e dalla personalità forte, è dovuta l’intera festa: “A lei che ormai da 38 anni riempie la mia vita con affetto e amore incondizionato è dedicato questo momento – ci racconta Alfio quasi commosso – sentire la sua mano che mi stringe forte mentre la accompagno verso il ballo di chiusura ancora oggi, dopo 15 anni, mi emoziona e mi gratifica. La mia famiglia è la mia forza.”

Ed infine, proprio da quest’anno anche noi de Il Blog che Vale siamo testimoni di un cambiamento, di un passo in avanti perché il “Rosso di Alfio e donna Concetta” – così è chiamato il vino che viene prodotto nella tenuta della famiglia Giuffrida – inizierà a entrare finalmente sul mercato con un marchio proprio, un nuovo vigneto e un ambizioso progetto: un Resort elegante ed accogliente che ospiterà turisti e operatori del vino provenienti da tutto il mondo.

Insomma una nuova stagione del vino che parte da un presupposto essenziale: “Racconta una storia, una storia di vita e d’amore“.

 

Foto di Carlo Trombetta

 

 

Potrebbero interessarti anche …

Invia commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi necessari sono contrassegnati da *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.