Vi ricordate la prima storia raccontata dalla rubrica Culturale? Si parlava di integrazione, di Sicilia e dello sguardo dell’altro. Si parlava di capoeira e del maestro Luis Carlos Vieira de Jesus che, con la sua arte e la sua passione, era riuscito a conquistare mezza Europa e a farsi amare a Catania, aprendo una scuola di capoeira e collaborando con molte palestre della città.

La capoeira ha conquistato anche il cuore di una band tutta napoletana e con un occhio sempre rivolto al mondo che, per lanciare il nuovo singolo, ha scelto tre  personaggi di eccellenza:  il nostro Nenem (come si chiama in arte Luis Carlos), il fratello Antonio ed Emerson, figlio del primo dei due fratelli e vera rivelazione del videoclip appena uscito su tutti i maggiori canali musicali.

Leggi il resto
Commenti:0 / Condividi:

Dalla ricerca scientifica alla ristorazione. E’ il talento coraggioso

Un ristorante di sushi nato dalla voglia di valorizzare il territorio siciliano. Vi sembra assurdo? Forse un po’ si ma è questo il frutto del talento coraggioso e dell’esperienza della generazione del nostro tempo. Imparare per distinguersi, per specializzarsi, per oltrepassare i confini superando le difficoltà ma rimanendo se stessi. Loro sono Giuseppe Nobile e Alessandro Cento, 39 e 43 anni, amici quasi dai tempi del liceo e oggi soci, insieme a Ivana Giugno anche lei tecnologo alimentare, di due ristoranti di sushi presenti a Siracusa e Catania.

Leggi il resto
Commenti:0 / Condividi:

Unesco: il premio per la pace alla sindaca di Lampedusa

A Giusy Nicolini, sindaco di Lampedusa, il premio per la pace di Unesco perché, si legge nelle motivazioni: “Si è distinta per la sua grande umanità e il suo impegno costante nella gestione della crisi dei rifugiati“. La giuria del Premio Houphouet-Boigny per la ricerca della pace dell’Unesco ha attribuito il prestigioso riconoscimento alla sindaca e all’Ong francese SOS Méditerranée per aver salvato la vita a numerosi rifugiati e migranti e averli accolti con dignità.

Leggi il resto
Commenti:0 / Condividi: